Patrimonio Mondiale Dell'UNESCO In Svizzera

La vicinanza delle montagne alpine alla Svizzera conferisce al paese alcuni dei migliori siti del patrimonio naturale dell'UNESCO. Le formidabili Alpi svizzere che attirano migliaia di alpinisti e milioni di turisti ogni anno costituiscono un settore importante dell'economia del paese. Il Monte San Giorgio, un altro sito naturale del patrimonio mondiale, è il più grande laboratorio di fossili del Triassico in tutto il mondo. Gli antichi monumenti dell'Alleanza di Gall e San Giovanni a Müstair conservano e proteggono una storia che risale al periodo carolingio. I manoscritti, l'opera architettonica e la storia conservati in questi monumenti non hanno prezzo. Con circa nove siti culturali e tre siti naturali del patrimonio mondiale dell'UNESCO, gli splendidi scenari del paese sono eccezionali.

Abbazia di San Gallo

Il convento carolingio di San Gallo è un'abbazia disciolta di un monastero nella città di Gallen, in Svizzera. Costruito nel 18esimo secolo, il Convento rimase operativo fino alla sua secolarizzazione in 1805. Ha una delle più ricche e antiche biblioteche del mondo, qui si trova il Piano di San Gallo. Da 1755 a 1768 porzioni di questo edificio storico sono state rimodellate in stile barocco. Il sito è un'opera architettonica eccezionale composta da monumenti raggruppati attorno a una piazza principale dell'abbazia. L'antica chiesa abbaziale che è oggi cattedrale è fiancheggiata da due torri e un vecchio chiostro; che detiene la biblioteca, sul lato ovest. La Neue Pfalz, dove si trovano le attuali autorità cantonali, si trova ad est e strutture a nord come il vecchio arsenale e la cappella degli angeli per i bambini e i guardiani. Il sito del patrimonio è l'esempio perfetto di un monastero benedettino, centro d'arte e conoscenza derivato dalle biblioteche e dai suoi scritti. Le leggi federali, cantonali e comunali preservano e proteggono l'Abbazia di San Gallo. La legislazione nazionale prevede qualsiasi lavoro intorno al Santuario e la legge di Canton protegge le scoperte archeologiche dal sito. L'UNESCO ha iscritto l'abbazia in 1983 come sito del patrimonio culturale mondiale.

Convento benedettino di San Giovanni a Müstair

Il convento di Müstair, situato nella valle dei Grigioni, è l'esempio ideale di un rinnovamento monastico cristiano esistente in epoca carolingia. Fondato in 775, è diventato un centro di benedettini e anche un'abbazia femminile all'inizio del 12esimo secolo. La chiesa è ancora oggi in funzione con l'ensemble conventuale della chiesa di Santa Croce, la chiesa del convento carolingio, le antiche dimore del vescovo e le torri residenziali della badessa Von Planta. Il sito protegge i più grandi e preziosi dipinti di epoca romana, in particolare il periodo carolingio. È l'esempio tipico della storia che circonda la sua costruzione e le attività politiche, sociali ed economiche della valle per oltre un millennio. Il sito del patrimonio è soggetto ai più alti livelli di protezione possibili nel paese. La Confederazione e la Confederazione sovrintendono a tutte le opere destinate al sito. La posizione della proprietà in una città locale dà protezione pubblica. La convenzione della Fondazione e delle Suore Benedettine conserva anche il sito. L'UNESCO l'ha dichiarato patrimonio culturale mondiale in 1983.

Alpi svizzere Jungfrau-Aletsch

Come il più grande ghiacciaio dell'Eurasia, le alte montagne delle Alpi svizzere sono un paesaggio eccellente. Le montagne presentano un ecosistema diversificato ricco di informazioni sulla formazione delle montagne e dei ghiacciai e sui cambiamenti climatici in corso. La successione del piano; la colonizzazione e la successione delle piante sulla scia dei ghiacciai in ritirata, è un'importanza ecologica e biologica inestimabile trovata nei boschi di queste montagne. La bellezza e l'avventura che si trovano solo nell'altitudine delle ripide e proibitive scarpate delle catene montuose hanno contribuito molto al turismo alpino, all'arte europea, alla letteratura e all'alpinismo. Lo Swiss Alps Jungfrau-Aletsch è l'esempio perfetto di landform formatosi fin da 20-40 milioni di anni fa dall'elevazione e compressione della placca tettonica. Le montagne mostrano rocce cristalline vecchie come 400 milioni di anni, spinte su rocce carbonatiche più giovani dopo la deriva verso nord della placca tettonica africana. Le valli glaciali a forma di U, le cime dei corni, i ghiacciai della valle e le morene si fondono per formare un sito storico e bellissimo patrimonio naturale. L'UNESCO ha inscritto la Jungfrau-Aletsch in 2001 come sito del patrimonio naturale mondiale. Il governo svizzero conserva l'integrità e l'autenticità delle Alpi svizzere. Le questioni chiave di gestione includono la regolamentazione del turismo, il potenziale impatto del cambiamento climatico e il coordinamento tra le leggi federali, cantonali e comunali che governano il sito.

Monte San Giorgio

Le montagne in legno a forma piramidale del Monte San Giorgio vicino al lago di Lugano sono conosciute come il miglior laboratorio storico con fossili di vita marina che risalgono al Triassico (245-230 milioni di anni fa). A quei tempi una vita marina diversificata di rettili, anfibi, bivalvi, ammoniti, crostacei e pesci prosperò. Anche i fossili terrestri di insetti, rettili e piante sono registrati a causa del proxy delle lagune sulla terra. I siti del patrimonio rimangono un punto di riferimento principale per la futura scoperta di fossili marini e di altri fossili del periodo Triassico nascosti in altre parti del mondo. La parte più notevole del patrimonio sono le esposizioni di roccia accessibili che hanno mantenuto uno strato intatto che si è verificato in tutta la proprietà. L'UNESCO ha inscritto il Monte San Giorgio come sito del patrimonio mondiale in 2003. Il sito beneficia di un'adeguata tutela e protezione dei governi italiano e svizzero. Le legislature nazionale, regionale e provinciale proteggono e gestiscono il sito. La natura è bella Quando si fonde con la cultura in una fusione sofisticata, lo scenario è fantastico. Questi patrimoni mondiali dell'UNESCO sono un settore importante nel settore turistico dell'economia del paese. Il governo svizzero assicura una protezione completa di questi siti a livello regionale, provinciale e persino interstatale.

Patrimonio mondiale dell'UNESCO in SvizzeraAnno di iscrizione
Abbazia di San Gallo1983
I tre castelli di Bellinzona, il muro difensivo, la città mercato e i bastioni2000
Convento benedettino di San Giovanni a Müstair1983
La Chaux-de-Fonds e Le Locle Watchmaking Urbanistica2009
Lavaux Vineyard Terraces2007
Le Corbusier Architecture a La Chaux-de-Fonds, Corseaux, Ginevra e Zurigo2016
Monte San Giorgio2003
Città vecchia di Berna1983
Abitazioni preistoriche su palafitte attorno alle Alpi2011
Ferrovia retica nei paesaggi di Albula e Bernina2008
Alpi svizzere Jungfrau-Aletsch2001
Swiss Tectonic Arena of Sardona2008