Quali Animali Vivono In Europa?

La renna, la martora di pino, la volpe artica e i lemmini norvegesi del freddo nord. Il ragno Saiga Antilope e Karakurt della steppa russa. I cavalli della Camargue e i pipistrelli delle orecchie lunghe delle Alpi dell'Europa meridionale e occidentale. Il cinghiale e i cani procione dell'Europa centro-settentrionale. Non importa dove si va nel continente che ha servito come sede storica della civiltà occidentale, una serie unica di animali diversi si troverà sicuramente nelle vicinanze. Infatti, anche in luoghi dove non si può andare, la biodiversità può ancora abbondare, come nel caso della Zona di esclusione radioattiva di Chernobyl, vicino al confine tra la Bielorussia e l'Ucraina. Nel rispetto di questi animali e della loro importanza ecologica, molti paesi hanno messo da parte notevoli quantità di terra per proteggere i loro habitat. In effetti, diversi paesi europei figurano tra i paesi con le maggiori proporzioni delle loro aree messe da parte come terre protette. Di seguito, diamo un'occhiata a dieci degli innumerevoli, unici e iconici animali che si trovano nel continente europeo.

10. Cinghiale

Il cinghiale è onnivoro. e nella stessa famiglia del maiale domestico. Ha un muso simile a un maiale e i suoi canini sono visibili anche quando la bocca è chiusa. La lunghezza del cinghiale dalla testa alla groppa è da 153 a 240 centimetri e pesa da 66 a 272 chilogrammi. La sua altezza è fino a 90 centimetri alle spalle quando è matura, secondo la Diversità degli animali (AD), sebbene le femmine siano significativamente più piccole dei maschi. Un cinghiale adulto ha un pelo grosso e ruvido che va dal nero al marrone-rosso al bianco. Durante la nascita, un giovane orso selvatico ha delle strisce gialle-brune sul dorso e questo si attenua con un colore uniforme e singolare dopo i mesi 4. Principalmente, il cinghiale si nutre di frutti, semi, radici e tuberi, ma si nutre anche di carne. I cinghiali sono notturni e vivono in gruppi da 6 a 20 chiamati "sirene", secondo l'iniziativa ARKive. Un cinghiale può vivere in qualsiasi clima tranne che in habitat estremamente freddi o estremamente caldi. È originario dell'Europa e dell'Asia, e vive in habitat così vari come la savana erbosa, le foreste boscose, i terreni a cespuglio e le paludi. Un cinghiale femmina raggiunge la maturità sessuale da 8 a 15 mesi, e maschi da 7 a 10 mesi, e il massimo che vive è da 9 a 10 anni in natura, secondo la Diversità degli animali.

9. Karakurt Spider

Il ragno Karakurt, chiamato anche la finestra nera del Mediterraneo, si trova nel sud della Francia, in Corsica e in altri territori mediterranei, nella regione russa di Astrakhan e in Kazakhstan. È velenoso e il suo morso su un essere umano può causare convulsioni, bassa temperatura corporea, spasmi muscolari, nausea, difficoltà respiratorie e vomito. Il ragno Karakurt ha un corpo nero lucido, e giovani e specie di maschi adulti hanno macchie 13 sulla schiena. Per i maschi, le macchie sono bianche crema, mentre le femmine giovani hanno segni rossi, talvolta gialli o arancioni, sebbene le femmine adulte siano generalmente di colore nero. La dimensione femminile è da 10 a 15 millimetri, mentre i maschi sono più piccoli, infatti meno della metà delle dimensioni delle femmine. Il suo habitat sono le aree erbose in luoghi caldi e asciutti come le dune costiere, ma creano anche ragnatele in fori di roditori abbandonati, oltre a rocce e tronchi. I karakurts maschii smettono di mangiare prima dell'accoppiamento, e dopo l'accoppiamento muore, perpetuando così il mito della finestra nera che è la femmina che uccide il maschio. In Kazakistan sono morti i cammelli morsi dal ragno Karakurt. Il ragno Karakurt è più attivo nelle notti d'estate.

8. Pipistrello dalle orecchie lunghe alpino

Scoperto in 2003 nelle Alpi austriache, il pipistrello dalle orecchie lunghe di montagna o alpino ( Plecotus macrobullaris) è lungo da 4.5 a 4.8 centimetri. Ha orecchie grandi e sviluppate e vive a un'altitudine di metri 1,800 o superiore, secondo Limno Pirineus. La gamma dei pipistrelli delle Alpi a orecchie lunghe comprende i Pirenei (Andorra, Spagna e Francia), le Alpi dalla Francia alla Slovenia, le Alpi Dinariche, Creta, Grecia, Corsica, Anatolia (Turchia, e, in Asia, Iran meridionale e Siria, secondo per l'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) In queste gamme, il pipistrello dalle lunghe orecchie alpine si nasconde nelle rocce, nelle fessure e nelle sporgenze e vive in colonie di pipistrelli fino a 50. La ricerca su questa specie di pipistrello è ancora in corso , ma 97.8 della sua dieta è stato trovato composto da falene, secondo uno studio pubblicato sulla Public Library of Science.

7. Lemming norvegese

Il lemming norvegese è un roditore simile a un topo endemico della Norvegia, della Svezia occidentale e settentrionale, della Finlandia settentrionale e della penisola di Kola in Russia, secondo l'Unione internazionale per la conservazione della natura. Pesa da 20 a 130 grammi e la lunghezza varia da 8 a 17.5 centimetri, secondo Animal Diversity. I colori della pelliccia dei lemming norvegesi sono neri e marroni, con strisce gialle dorate. Il suo ventre è più leggero del resto della pelliccia. Tundra e regioni alpine, una varietà di torbiere, paludi e habitat umidi terrestri fungono da habitat dei Lemmings norvegesi. Vive anche in brughiere con arbusti nani come vegetazione principale. Il Lemming norvegese è attivo sia di giorno che di notte e si nutre di erba, licheni, gambi, cereali e corteccia. I Lemmings norvegesi vivono indipendentemente l'uno dall'altro, e se c'è sovraffollamento combattono tra loro. In media, la maturità sessuale per le femmine è raggiunta alle settimane 3, e lo stesso accade al mese per i maschi. La durata della vita del Lemming norvegese è 1 per 2 anni in natura e, in media, 3.3 anni in cattività.

6. Saiga

L'antilope Saiga si distingue per il suo grande naso a forma di proboscide. La sua testa e la lunghezza del corpo è da 100 a 140 centimetri, e la sua altezza della spalla è 60 a 80 centimetri, con una coda che è 6 a 12 centimetri di lunghezza. Il peso dell'antilope di Saiga è compreso tra 26 e 69 chilogrammi, secondo la Zoological Society di Londra. Il rivestimento in pelliccia di lana è marrone-marrone chiaro, ha un ventre con chiazze bianche e corna color ambra increspate. Le popolazioni della Saiga sono distribuite in Russia, Uzbekistan, Turkmenistan, Kazakistan e Mongolia occidentale. In questi paesi vivono in praterie di steppa secche e aride deserti semiaridi. Queste aree pianeggianti aperte hanno una vegetazione a bassa crescita che consente alla Saiga di rilevare e sfuggire ai predatori. Queste aree hanno anche erbe, licheni della steppa, erbe e arbusti su cui si nutre la saiga. Le antilopi Saiga sono sociali e vivono in branchi di animali 30 e 40 e, durante la migrazione, si spostano in gruppi di migliaia. Secondo la diversità degli animali, le saighe femminili raggiungono la maturità sessuale da 7 a 8 mesi, e i maschi agli 2 anni. La loro durata di vita, secondo il World Wide Fund for Nature (WWF), è tra 6 e 10 anni. La Saiga è una specie in grave pericolo di estinzione, secondo l'Unione internazionale per la conservazione della natura, e solo 50,000 ne rimane.

5. Martora di pino

La martora è un onnivoro delle dimensioni di un gatto e un membro della famiglia dei Mustilidae che comprende anche tassi, donnole, ermellini e puzzole. Ha pelo marrone scuro, chiazze arancione chiare o cremose e una coda lunga e soffice, secondo The Mammal Society (TMS). La lunghezza di una martora di pino è da 51 a 54 centimetri e quella di una femmina da 46 a 54 centimetri. La lunghezza della coda del maschio è da 26 a 27 centimetri, mentre per la femmina la coda è da 18 a 24 centimetri. Una martora di pino pesa 1.5 a chilogrammi 2.2, e una femmina 0.9 a 1.5 chilogrammi, secondo The Mammal Society. Le grandi popolazioni della Martora si estendono sulle Highlands scozzesi, sulle Grampian Mountains e sull'Irlanda, con popolazioni più piccole nella Scozia meridionale. Il loro habitat ideale sono le aree boschive con abbondante copertura, comprese le foreste di conifere, decidue e miste. In questi ecosistemi, la martora si nutre di uccelli, scarafaggi, piccoli roditori, carogne, uova e funghi. Poi, in autunno, mostra una propensione per le bacche divoratrici. Le martore di pino sono sociali e vivono in associazioni di alberi cavi e tane. Segnano i loro territori con le feci sulle loro piste forestali e sono più attivi di notte o al tramonto. In natura, secondo la Diversità degli animali, raggiungono la maturità sessuale ai mesi 14, mentre in cattività i maschi iniziano ad accoppiarsi ai mesi 27. In natura, possono vivere da 8 a 10 anni, secondo diversi studi.

4. Cane procione

Un cane procione ha pelo denso, morbido, che è nero o grigio-marrone con macchie di bianco e crema. Ha un muso scuro simile a un cane circondato da pelo bianco e baffi. Gli occhi piccoli sono circondati da pelliccia grigia, e la sua fronte ha una miscela di pelliccia grigia e bianca e orecchie arrotondate. Le zampe di cane procione sono corte con pelliccia grigio scuro, e il ventre è in gran parte grigio con macchie bianche di pelo. La pelliccia del suo corpo varia dal bianco-grigiastro al marrone chiaro, così come quella della coda folta. L'altezza del cane procione è da 38.1 a 50.8 centimetri e la lunghezza della coda è da 13 a 25 centimetri. Pesa 4 in chilogrammi 6 in estate, e prima del letargo in inverno, aumenta il suo peso da 6 a 10 chilogrammi. Originario dei paesi dell'Asia orientale e della Siberia orientale, il cane procione è ora diffuso in tutta l'Europa settentrionale, orientale e occidentale, essendo stato introdotto tra 1927 e 1957. Oggi è in Finlandia, Svezia, Norvegia, Polonia, Romania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Germania, Francia, Austria e Ungheria. In questi paesi, vive in tutto, dai climi subartici a quelli subtropicali in luoghi vicini a fonti d'acqua, in particolare quelli con foreste e vegetazione densa come folti sottoboschi, paludi e canneti. In questi habitat, il cane procione onnivoro si nutre di uccelli, uova di pesce, carogne, insetti, crostacei acquatici e molluschi, oltre a foglie, radici, tuberi, legno, corteccia, gambi, semi, cereali, noci e frutta. Raggiunge la maturità sessuale da 9 a 11 mesi. In natura, la vita media di un cane procione è da 2 a 5 anni, ma in cattività può vivere fino a 16 anni. I cani procione vivono in piccoli gruppi e cacciano e vanno in letargo in coppia, e sono anche consapevoli della toelettatura, secondo la diversità degli animali.

3. Renna

La renna è un erbivoro originario della Groenlandia, della Finlandia, della Mongolia, della Norvegia, della Federazione Russa e delle isole Jan Mayen e Svalbard, secondo l'Unione internazionale per la conservazione della natura. Invece di corna, le renne maschi e femmine hanno corna a forma di ramo sulle loro teste. La lunghezza di una renna maschio dalla testa alla groppa è 1.8 a metri 2.14 e pesa 92 a 210 sterline. La lunghezza di una donna è da 1.62 a 2.05 e pesa 170 a 260. L'altezza della spalla sia per il maschio che per la femmina varia da 0.85 a 1.5 metri, e la coda è 14 a 20 di centimetri di lunghezza, secondo la World Animal Foundation. La maggior parte della dieta di una renna in estate è composta da erba e piante come carici, betulle e salici. Poi, durante l'inverno, consuma prevalentemente licheni, muschio di renne e funghi. Queste fonti alimentari si trovano nelle foreste boreali, negli habitat della tundra artica e nelle catene montuose. Le renne vivono in branchi di dimensioni variabili da decine a centinaia, come residenti o in migrazione, secondo One Kind. In un solo giorno, possono percorrere 19 fino a 55 chilometri e possono essere eseguiti a velocità da 60 a 80 all'ora. Le renne raggiungono la maturità sessuale da 1 a 3 anni e hanno una vita media di 15 anni in natura, secondo National Geographic (NG).

2. Camargue Horse

Le origini del cavallo Camargue risalgono alle aspre zone umide della regione della Camargue, nel sud-est della Francia, dove storicamente sono state utilizzate come animali da lavoro e da tiro dal 8th Century. Ha un mantello grigio chiaro o bianco-arancio quando è maturo. L'altezza del cavallo Camargue è da 1.35 a 1.45 metri per le spalle, e pesa 300 a 400 chilogrammi, secondo uno studio del Dipartimento di Scienze animali dell'Università dell'Oklahoma State. Il suo habitat ideale sono le pianure acquitrinose e le saline della Francia sud-orientale. Questa regione è stagionalmente fredda durante l'inverno e calda in estate, ma il cavallo della Camargue è adattato alle condizioni climatiche estreme. In primo luogo, si nutre di erbe ed erbe, tra cui una pianta indigena chiamata il samphire, così come i teneri germogli di canne alte, secondo Lady Wildlife. Quando le fonti di cibo scarseggiano, sfiorano fino a 22 ore al giorno, ma quando è in abbondanza solo dall'alba al tramonto. Il cavallo della Camargue è sociale, vive in branchi liberi e produce un grido penetrante o lamentoso. Un cavallo femmina raggiunge la maturità sessuale a 18 mesi, e il maschio da 1 a 2 anni. Un cavallo Camargue ha una durata media di vita da 20 a 25.

1. Volpe artica

La volpe artica vive nelle tane nevose a temperature inferiori a meno 50 gradi centigradi nella tundra senza alberi delle regioni artiche. Questo si estende all'Eurasia, al Nord America, all'arcipelago canadese, alle isole siberiane, all'Alaska, alla Groenlandia, all'Islanda e alle Isole Svalbard. La lunghezza della volpe artica dalla testa alla groppa è 0.76 ai metri 1.1, ha una coda 12 pollici, e l'altezza alle spalle è 9 a 12 pollici secondo Defenders of Wildlife (DOW). L'Arctic Fox pesa 6.5 a 21, sebbene la femmina volpe sia significativamente più piccola. La sua dieta principale comprende roditori come il lemming, il pesce e gli uccelli, ma si nutrirà anche di carogne. La volpe artica ha una folta pelliccia che in inverno si trasforma in bianco o blu-grigio per fondersi con la neve, e dopo l'inverno cambia di nuovo in marrone o grigio per fondersi con le rocce e le piante della tundra. La pelliccia gli permette di mantenere anche la temperatura corporea costante, e le sue zampe spesse gli permettono di camminare su neve e ghiaccio. La volpe artica ha un udito forte grazie alle sue ampie orecchie rivolte in avanti che gli permettono di localizzare le prede anche sotto la neve. Sentendo la posizione della preda, salta in aria e sfonda gli strati di neve e afferra la preda che si nasconde sotto, secondo Defenders of Wildlife. La volpe artica raggiunge la maturità sessuale da 9 a 10 mesi e ha una durata media di vita di 3 per 6 in natura. Le volpi artiche conducono una vita nomade comune in piccoli gruppi chiamati "skulks" o "guinzagli".