Quali Lingue Sono Parlate Nella Repubblica Centrafricana?

Lingua ufficiale della Repubblica centrafricana

La Repubblica Centrafricana si trova nella regione centrale dell'Africa e ha una popolazione di circa 4.7 milioni. Durante il tardo 1800, la Francia colonizzò la maggior parte di quella che è la moderna Repubblica Centrafricana. In 1960, il paese è diventato indipendente. La storia del colonialismo qui si è mescolata con le sue originali culture indigene, influenzando diversi aspetti dell'attuale stato della Repubblica Centrafricana, comprese le lingue parlate.

Oggi, il governo della Repubblica Centrafricana riconosce due lingue ufficiali: il francese e il sango. Il francese è usato in situazioni formali e in documenti scritti. Nonostante il suo status ufficiale, solo circa il 22.5% della popolazione è in grado di parlare o capire la lingua francese.

Sango, scritto anche come Sangho, non è diventato una lingua ufficiale fino a 1991. Questa mossa del governo ha fatto della Repubblica Centrafricana uno dei pochi paesi africani a riconoscere ufficialmente una lingua madre. È la principale modalità di comunicazione per circa 92% della popolazione. In 1988, le statistiche stimano che intorno agli individui 450,000 si parli questa lingua come lingua madre, mentre un altro 1.6 milione sono parlanti di seconda lingua. Il sango è considerato una lingua creola del dialetto Ngbandi settentrionale. Oggi è usato come lingua d'affari in tutto il paese.

Lingue indigene

La stragrande maggioranza della popolazione del paese appartiene a uno dei gruppi etnici indigeni 80 identificati dai ricercatori. Ognuno di questi gruppi ha una propria lingua unica, la maggior parte dei quali appartiene al sottogruppo Ubangian della famiglia linguistica Niger-Congo. Alcuni linguisti, tuttavia, suggeriscono che solo oggi le lingue indigene 65 sono parlate in questo paese. Di questi, i ricercatori riportano che 2 sono quasi estinti e 2 sono in pericolo.

Le più grandi popolazioni indigene del paese sono i popoli Banda e Sara. Ognuno di questi gruppi parla una lingua con lo stesso nome. La lingua Banda appartiene al seguente albero genealogico (in ordine decrescente di gruppi): Niger-Congo, Atlantic-Congo, Savanna, Ubangian e Banda. Al contrario, la lingua Sara appartiene al seguente albero genealogico: Nilo-Saharan, Central Sudanic, Bongo-Bagirmi, Sara-Bagirmi e Sara.

Lingue minoritarie

I linguisti stimano che circa le lingue 17 delle minoranze straniere siano parlate nel paese. Queste lingue minoritarie e il loro numero di relatori includono: l'arabo ciadiano (63,000), l'hausa (20,000), il lingala (10,700), il bangi (7,440), il ngbaka (3,000), il mbanja (1,400), l'ngbandi (290) e il bomitaba (220 ).

Uno dei più usati di queste lingue minoritarie è l'arabo ciadiano, che è anche conosciuto come arabo di Shuwa o arabo di Baggara. È considerato un dialetto dell'arabo standard ed è parlato come lingua materna da oltre 1 milioni di individui in tutto il continente africano, sia nelle città che nelle aree rurali. I ricercatori ritengono che l'arabo ciadiano sia il risultato della comunicazione tra parlanti arabi e oratori indiani Fulani durante il 17esimo secolo. Mentre i Fulani, che sono pastori di bestiame nomadi, si sono trasferiti in tutto il continente, hanno preso la lingua con loro. Oggi è considerata la lingua franca del Ciad e viene utilizzata anche in Nigeria, Camerun, Sudan, Sud Sudan e Niger. Può essere ascoltato solo in un numero limitato di piccole aree nella Repubblica Centrafricana.