Quali Lingue Sono Parlate In Thailandia?

Lingua ufficiale della Thailandia

La Thailandia si trova nel sud-est asiatico, nella regione centrale della penisola indocinese. Il paese condivide i confini con Cambogia, Laos, Myanmar e Malesia. La Thailandia ha una popolazione di circa 66 milioni, che consiste in un numero di diversi gruppi etnici. Il thai è la lingua ufficiale del paese ed è parlato dalla maggior parte di queste persone.

La lingua tailandese, a volte indicata come lingua siamese, appartiene alla famiglia delle lingue Tai-Kadai. I linguisti hanno determinato che la lingua proveniva da diverse lingue: sanscrito, vecchio khmer e pali. Sembra simile a Lao quando viene pronunciato.

Circa il 30% della popolazione tailandese parla tailandese come lingua madre. Secondo i linguisti, questa lingua è divisa in diverse lingue, anche se i parlanti nativi thailandesi considerano queste altre lingue come regionali. Queste diverse lingue tailandesi includono: Phu Thai, Shan, Song, Isan, Southern Thai, Nyaw, Northern Thai, Phuan e Lu. Alcuni di questi sono considerati lingue minoritarie del paese.

Lingue minoritarie della Thailandia

Un certo numero di lingue minoritarie sono parlate anche in Thailandia, tra cui Yawi, Teochew e Lao. Di questi, Lao è il più parlato e considerato un dialetto della lingua Isan. La lingua del Laos, conosciuta anche come Laotiano, è parlata principalmente nella regione nord-orientale del paese.

La maggioranza dei musulmani malesi in Tailandia parla Yawi, che è un dialetto malese. Questo dialetto viene anche usato come lingua per gli affari e il commercio nelle aree rurali meridionali. Sebbene sia considerato un dialetto, è stato isolato da altre lingue malesi per così tanto tempo che i due non sono facilmente comprensibili dai loro oratori. L'area in cui si parla Yawi è separata dal Mar Cinese Meridionale, dalle montagne e dalla foresta pluviale.

Il linguaggio Teochew è in realtà considerato un dialetto della lingua cinese Minnan. Questa lingua è radicata nell'antico cinese e continua ad usare parte del suo vocabolario e della sua pronuncia.

Lingue indigene della Thailandia

Le lingue indigene della Thailandia appartengono alle famiglie linguistiche 5, tra cui l'austronesiano, l'hmong-mien, il thailandese, il mon-khmer e il sino-tibetano. Urak Lawoi e Moken appartengono alla famiglia di lingue austronesiane. La lingua Moken è parlata dal popolo Moken che vive in tutto l'arcipelago di Mergui, che ha condiviso tra Thailandia e Birmania. Ha circa 8,000 madrelingua.

La lingua Hmong appartiene alla famiglia delle lingue Hmong-Mien. È parlato dal popolo Hmong, che è emigrato in Thailandia negli ultimi cent'anni. Circa 3.7 milioni di persone parlano Hmong come lingua nativa, sebbene questi individui siano distribuiti in diversi paesi.

Saek, Nyaw, Yoy e Phu Thai appartengono tutti alla famiglia di lingua tailandese. Di questi, Phu Thai è il più parlato, con circa parlanti nativi 870,000 in Tailandia, Vietnam e Laos. In 1993, la Thailandia ha riferito i relatori 156,000 Phu Thai.

La famiglia di lingua Mon-Khmer ha il maggior numero di lingue indigene in Tailandia, con 5 diverse lingue: Khmer, Mlabri, Orang Asli, Mon e Lawa. Di questi, Khmer è il più parlato e ha circa 16 milioni di parlanti in Cambogia, Tailandia e Vietnam.

Akhan e Karen sono le due lingue sino-tibetane parlate in Thailandia. La lingua Akha è parlata nel nord della Thailandia dal popolo Akha. La maggior parte di questi individui vive in regioni remote e montuose.