Principali Paesi Esportatori Di Pesce E Frutti Di Mare

Il pesce è stato a lungo una parte importante delle diete umane e sempre più una delle principali fonti di valore economico. I paesi elencati di seguito esportano grandi quantità di prodotti alimentari marini, inclusi pesci, crostacei, molluschi e altri. Questi includono fresco, congelato, smpked, essiccato e in salamoia, e quelli provenienti sia da acquacoltura (allevamenti ittici) che da pesci catturati in natura da acque sia fresche che oceaniche.

10. Indonesia ($ 3.11 miliardi di dollari)

La lunga tradizione di pesca in Indonesia, unita alla sua posizione vicino alle acque ricche di pesce, la rende uno dei più importanti produttori di pesce e frutti di mare del mondo. In 2012, la produzione ittica totale del paese era stimata intorno a 15.26 milioni di tonnellate (5.81 milioni di tonnellate da cattura selvaggia e 9.45 milioni di tonnellate da acquacoltura). Anche le esportazioni di prodotti ittici da questo paese sono state significative, generando $ 3.11 miliardi di dollari l'anno come da stime recenti. East Java, un'isola in Indonesia, è responsabile di un terzo delle spedizioni di pesce e frutti di mare del paese. Gamberetti, pesce surgelato e pesce fresco costituiscono le sezioni più estese di pesce e prodotti ittici esportati dal paese.

9. Paesi Bassi ($ 3.13 miliardi di dollari)

Le esportazioni di prodotti ittici e ittici dai Paesi Bassi hanno totalizzato $ 3.13 miliardi di USD all'anno, come da recenti stime dell'International Trade Centre. In 2013, i principali mercati esteri (con le rispettive quote) per i prodotti ittici e ittici olandesi erano Germania (18.7%), Belgio (15.3%), Francia (12.5%), Italia (9.1%) e Spagna (6.5% ). Gamberetti e gamberi d'acqua fredda hanno generato il più alto valore di esportazione ($ 203.2 milioni di USD in 2013), seguito da gamberi e gamberetti congelati ($ 168.6 milioni di dollari). Gli altri importanti prodotti di esportazione dell'industria olandese della pesca e dei frutti di mare erano il sugarello congelato, il sugarello congelato e le aringhe congelate.

8. Svezia ($ 3.7 miliardi di dollari)

La Svezia è uno dei maggiori esportatori di pesce e frutti di mare nell'Unione europea. Con il Mar Baltico a est e il Kattegat Sea a ovest, e grandi distese di risorse di acqua dolce all'interno della terraferma del paese, l'industria ittica svedese pesca molto più pesce di quanto il paese possa consumare. Secondo recenti statistiche, la Svezia è l'ottavo esportatore mondiale di pesce e frutti di mare, con un valore annuo di $ 3.7 miliardi di USD. I prodotti ittici esportati dal paese includono pesce fresco e congelato come salmone, aringa e specie di merluzzo. La Svezia esporta anche prodotti ittici trasformati come aringhe conservate, uova di pesce e caviale sostitutivo.

7. Cile ($ 4.0 miliardi di dollari)

Il Cile vanta una fiorente industria ittica e ittica, con i dati più recenti che stimano il valore delle esportazioni cilene per prodotti ittici e ittici da $ 4.0 miliardi di USD all'anno. La trota, il salmone e le cozze sono le principali specie esportatrici del Cile. Il paese è anche il secondo maggior fornitore al mondo di salmoni dell'Atlantico d'allevamento. I maggiori mercati delle esportazioni di pesce e frutti di mare cileni si trovano in Giappone, negli Stati Uniti e in Brasile. L'Unione europea è anche un importante importatore di pesce e prodotti ittici cileni, che rappresentano il 19% delle esportazioni totali di pesce del paese. I miglioramenti delle infrastrutture e maggiori investimenti nel settore della pesca e dell'acquacoltura del paese sono considerati i fattori più responsabili della rapida crescita di questa industria qui.

6. Canada ($ 4.2 miliardi di dollari)

Il pesce e i frutti di mare costituiscono uno dei maggiori settori di esportazione di prodotti alimentari dal Canada, generando un fatturato di $ 4.2 miliardi di dollari l'anno. Approssimativamente il 85% del totale di pesce e frutti di mare trasformati dalle mietitrici canadesi viene esportato nel mercato mondiale. In 2014, le principali specie esportate dal Canada includevano aragosta, granchio della neve, granchio regina, capesante, gamberetti e salmone atlantico. L'aragosta era la specie più esportata, generando $ 1.52 miliardi da solo in 2014. Anche l'industria dell'acquacoltura del paese è estremamente ben sviluppata, impiegando circa 14,000 canadesi. Tutto sommato, più di 80,000 canadesi dipendono dalla pesca e dalle attività correlate per i loro rispettivi mezzi di sostentamento.

5. India ($ 4.6 miliardi di dollari)

L'industria ittica e ittica indiana ha toccato il massimo storico negli ultimi anni, con un valore annuo delle esportazioni di $ 4.6 USD miliardi secondo le ultime stime. I gamberetti e gamberetti surgelati hanno continuato a essere il principale prodotto di esportazione, con il contributo di 34% in volume e 67% in valore in dollari, al totale delle esportazioni di prodotti ittici dal paese. 3,57,505 tonnellate di gamberetti sono state esportate nell'anno 2014-15, generando un valore di $ 3.7 miliardi. L'esportazione di prodotti ittici indiani ha trovato il suo più grande mercato negli Stati Uniti (quota 26% del prodotto) seguita dal Sud-est asiatico (25.7%) e dai membri collettivi dell'Unione europea (20%). Oltre ai gamberi, il pesce surgelato rappresentava la seconda materia prima, con una quota del 11% nel valore totale delle esportazioni di prodotti ittici e ittici dall'India.

4. USA ($ 5.1 miliardi USD)

Le esportazioni statunitensi di pesce e frutti di mare hanno raggiunto un livello record negli ultimi anni con un valore totale di $ 5.1 miliardi di dollari l'anno, rendendo così il paese il quarto maggior fornitore di prodotti ittici e di pesce sul mercato mondiale dell'esportazione. I maggiori volumi di produzione, piuttosto che l'aumento dei prezzi, sono stati ritenuti responsabili principalmente dell'aumento del valore delle esportazioni di pesce e frutti di mare negli Stati Uniti, che è cresciuto di quasi il 43% negli ultimi 5 anni. In effetti, la crescita dei prezzi dei prodotti ittici e di pesce è in ritardo rispetto alla crescita dei prezzi di altri prodotti proteici nel paese. In 2014, il valore generato dall'esportazione di pesce e frutti di mare dal paese è quasi pari a quello generato dalle esportazioni di pollame ed è addirittura superiore ai valori di frutta fresca e cotone esportati dagli Stati Uniti. Pollock d'Alasca, salmone, uova di pesce e surimi rappresentavano collettivamente il 40% delle esportazioni totali di pesce e pesce negli Stati Uniti in 2014.

3. Vietnam ($ 5.8 miliardi di dollari)

Con una costa che si estende per chilometri di 3,000 e molte fattorie di acquacoltura sia nell'entroterra che lungo la costa e verso il mare, non sorprende che l'industria ittica e ittica vietnamita sia fiorente e che faccia straordinariamente bene. In 2012, oltre 5 milioni di persone sono state impiegate direttamente dal settore ittico e ittico del paese, e circa 8 milioni di persone hanno ricavato il proprio reddito dal settore della pesca in generale. Anche il valore delle esportazioni dall'industria ittica e ittica del Vietnam è aumentato significativamente, passando da $ 776 milioni in 1997 a $ 5.8 miliardi USD in 2015. Il Giappone è stato, e continua ad essere, il più grande mercato per le esportazioni di pesce vietnamita. In 2014, il settore della pesca del Vietnam ha prodotto 8% del valore aggiunto lordo dell'economia nazionale. La produzione totale della pesca nel paese ammonta a circa 6.5-7 milioni di tonnellate di prodotti, con l'acquacoltura che contribuisce al 65-70% di questa produzione totale.

2. Norvegia ($ 8.8 miliardi di dollari)

2015 è stato un grande successo per l'industria norvegese di pesce e frutti di mare, e un anno in cui la Norvegia ha esportato frutti di mare per un valore di 75 miliardi di NOK (circa $ 8.8 miliardi di USD), un aumento del 8% rispetto al valore delle esportazioni ottenuto nell'anno precedente. Altri membri dell'Unione Europea e degli Stati Uniti sono stati i maggiori mercati per le esportazioni norvegesi di pesce e frutti di mare. L'UE rappresenta quasi il 67% dell'export totale di prodotti ittici norvegesi e le esportazioni in questo paese hanno generato ricavi per un valore di 50 miliardi di NOK per l'economia norvegese in 2015. Salmone e trota erano le due principali specie di pesce esportate dalla Norvegia in 2015. Merluzzi, merletti e prodotti a base di merluzzo fresco erano gli altri principali prodotti ittici esportati dal paese. Anche le esportazioni di molluschi, tra cui gamberetti, granchi della neve e granchi reali, si sono dimostrate straordinariamente buone in 2015.

1. Cina ($ 14.1 miliardi di dollari)

Dal momento che 2002, la Cina è stata il maggiore esportatore mondiale di prodotti ittici e ittici. In 2005, la Cina ha esportato $ 7.7 miliardi di dollari in prodotti ittici e di pesce, con piante acquatiche commestibili come il kelp scheggiarsi in misura significativa. Attualmente, come da dati più recenti ottenuti dall'International Trade Centre, l'esportazione di pesce e frutti di mare guadagna al paese un fatturato di $ 14.1 miliardi di dollari l'anno. In 2013, le esportazioni principali della Cina includevano calamari e seppie congelate ($ 1.6 miliardi di USD), gamberi e gamberetti congelati ($ 1.2 miliardi di USD) e pesce congelato ($ 1 miliardi di USD). Il Giappone, gli Stati Uniti e Hong Kong sono le principali destinazioni di esportazione di pesce e frutti di mare cinesi. In 2010, circa 14 milioni di persone sono state assunte come pescatori e allevatori di pesce in Cina.