Cosa Significano I Colori E I Simboli Della Bandiera Della Thailandia?

Il Regno di Thailandia è una nazione del sud-est asiatico. Bangkok è la capitale della nazione e il paese vanta di avere oltre 69 milioni di abitanti. Il buddismo funge da religione principale e i suoi templi noti come Wat sono simboli di maestosa architettura e opulenza. L'agricoltura funge da spina dorsale della sua vivace economia. Il paese è gestito da un sistema monarchico di governo costituzionale in base al quale il primo ministro guida il governo nel paese, mentre il monarca ereditario è il capo dello stato. Come un paese tropicale, la Thailandia è avvolta da coste mozzafiato e diversi ecosistemi che la rendono una calamita turistica. È il paese più visitato nel sud-est asiatico e ha il moniker battezzato della terra dei sorrisi.

Colori della bandiera nazionale della Thailandia

La bandiera della Tailandia ha i principali colori 3 di rosso, blu e bianco. Nella lingua tailandese locale, la bandiera è conosciuta come Perizoma Trairong, che si traduce nella bandiera tricolore. La bandiera è stata decretata dal re Rama VI come bandiera ufficiale della Thailandia in 1917. La bandiera presenta cinque strisce orizzontali di tre colori nell'ordine di rosso, bianco, blu, bianco e rosso di nuovo. I colori della bandiera nazionale hanno ciascuno il proprio significato distinto. Il rosso rappresenta sia la gente che il sangue che simboleggiano la vita, i bianchi rappresentano la religione buddista e il blu rappresenta la monarchia.

Storia della bandiera della Thailandia

La bandiera nazionale della Thailandia ha subito vari cambiamenti nel corso degli anni. Quando il paese era conosciuto come Siam, tra 1656 e 1790, la bandiera era di colore rosso. Nessun simbolo era presente. Tuttavia, l'aspetto non era abbastanza distinto da essere utilizzato nelle relazioni internazionali e quindi un simbolo doveva presto seguire l'esempio. Tra 1790 e1820, un Chakra bianco è stato posizionato al centro della bandiera. Un chakra è un simbolo indiano e la parola in sanscrito indù significa "cerchio". Nelle religioni esoteriche dell'India, un chakra è un centro energetico psichico. Tra 1820 e 1855, un elefante bianco è stato posizionato al centro del Chakra. L'elefante è stato visto come l'animale nazionale della Thailandia. Da 1855 a 1893, il chakra è stato rimosso lasciando l'elefante bianco posto al centro della bandiera e strategicamente rivolto verso il paranco. Da 1893 a 1898, l'elefante riceve un rifacimento reale con ornamenti posti sulla sua testa e sulla sua schiena.

L'attuale bandiera nazionale della Thailandia

Tra 1898 e 1917, la bandiera ha visto l'aggiunta di due nuovi colori, bianco e blu, e la rimozione dell'elefante dalla bandiera. Il blu era destinato a onorare i paesi alleati durante la guerra. È interessante notare che il colore blu è stato anche adottato come il colore nazionale della Thailandia. I nuovi colori sono stati posizionati come strisce che passano orizzontalmente attraverso la bandiera. La sequenza dei colori che risalgono è una striscia rossa, seguita da una striscia bianca seguita da una striscia blu, bianca e una rossa. I tre colori rappresentano Nation-Religion-Monarchy. La posizione rossa per il popolo, bianca per la religione e blu per la monarchia.