Chi Sono I Guerrieri Maasai People?

5. Origini e storia antica

I Maasai sono un gruppo etnico indigeno di persone semi-nomadi che attualmente vivono nei paesi africani della Tanzania e del Kenya. Sono una delle tribù africane più famose, famose per i loro costumi, tradizioni e feroci e coraggiosi guerrieri Masai. Secondo le convinzioni locali, i Maasai originariamente abitavano la regione inferiore della valle del Nilo e migrarono verso sud tra i secoli 15th e 18th, dopo di che occuparono vasti territori in quelle che oggi sono parti del Kenya e della Tanzania. Durante questo periodo, nessuno osò pasticciare con i Maasai, poiché i guerrieri Masai di quest'epoca erano ben noti per le loro eccellenti capacità di combattimento. Ben presto, i Maasai conquistarono vaste distese di terra a sud e persino minacciarono civiltà fino a Mombasa sulla costa del Kenya. Tuttavia, la diffusione del Maasai è stata interrotta dalla morte su vasta scala di queste persone da malattie, siccità e carestie durante il periodo tra 1883 e 1902. 90% del bestiame Maasai ha ceduto alla pleuropolmonite bovina e alla peste bovina durante questo periodo, e molti dei tribali Maasai sono morti a causa del vaiolo. Durante questo periodo, quasi i due terzi della popolazione di Masai fu spazzata via. Nei primi 20th Century, i Maasai persero il 60% delle loro terre tribali per i nuovi coloni europei con la firma di due trattati in 1904 e 1911, rispettivamente. Anche i popoli tribali persero più terra in seguito all'istituzione di parchi e riserve nazionali in Kenya e Tanzania nel 20esimo secolo.

4. Tradizionali modi di vita Maasai

I Maasai hanno una società patriarcale in cui gli uomini più anziani della società decidono la maggior parte delle questioni riguardanti la tribù. Vari tipi di mutilazioni e modifiche del corpo sono praticati dai Maasai. Praticano la rimozione dei boccioli dei denti decidui nella prima infanzia. Anche il piercing e lo stretching dei lobi delle orecchie sono una pratica comune tra questi popoli. Gli uomini adornano diverse acconciature uniche, e anche a cicatrizzare i loro corpi e ad applicare l'ocra per apparire attraenti. Sebbene illegale, il taglio genitale femminile è una delle pratiche estremamente significative del Masai, in cui le ragazze sono sottoposte a mutilazione genitale senza anestesia nelle cerimonie di gala. La pratica della mutilazione genitale femminile è così profondamente radicata nello stile di vita Maasai che, nonostante le leggi che proibiscono la pratica, è ancora ampiamente praticata. Gli uomini preferiscono anche solo le ragazze con mutilazioni come le loro mogli. La dieta dei Maasai comprendeva carne, latte e sangue del bestiame, anche se attualmente hanno mostrato uno spostamento verso una dieta agraria più vegetale. I Maasai amano vestirsi con abiti luminosi, specialmente nei colori rossi, e adornano anche vari tipi di gioielli e perline realizzati localmente. Anche la vita degli uomini Masai è molto drammatica. I giovani sono preparati a diventare uno dei Morani, i coraggiosi guerrieri Maasai. La prima trasformazione riuscita di un ragazzo in un uomo è accettata quando è in grado di dare la caccia a un leone selvaggio. I Moranis indossano interessanti copricapo, dipingono i loro volti e mantengono i capelli lunghi.

3. Arte, lingua e cultura di Maasai

Il bestiame domina ogni aspetto della vita culturale, economica e sociale di Maasai. Il bestiame, invece del denaro, è il fattore determinante della ricchezza nella società Masai. Il bestiame viene scambiato in cambio di un servizio, ricevuto in dote dalla famiglia della sposa, e accettato come compenso per risolvere le controversie. I Maasai hanno un culto monoteistico e considerano la divinità Enkai come loro Dio La gente parla la lingua Maa, che è un membro del gruppo nilotico sahariano di lingue africane. Gli uomini Maasai cantano in coro in gruppi in cui il miglior cantante del gruppo guida gli altri. È conosciuto come il olaranyani, e inizia la canzone cantando la prima riga o il titolo. Le donne cantano ninne nanne o canti ronzanti, e spesso si riuniscono per ballare e cantare, godendosi tutto il tempo insieme. Canzoni e danze sono anche usate dai Maasai come mezzo per flirtare.

2. Minacce esterne

Oggi, la cultura Masai è significativamente minacciata dalle influenze occidentali. I Maasai stanno affrontando enormi problemi in termini di perdita di terre abitabili, perdita di bestiame, mancanza di istruzione, estrema povertà, maggiore predisposizione alle malattie e mancanza di strutture sanitarie. Ironia della sorte, anche se l'acqua è sufficientemente disponibile nel territorio di Maasai, i Maasai ricevono una parte molto povera di queste risorse idriche. Solo i membri più ricchi della tribù sono in grado di estrarre acqua sufficiente per soddisfare tutti i loro bisogni, mentre la maggior parte delle risorse idriche sono dirottate verso altre regioni del Kenya e della Tanzania, lasciando pochissima di questa vitale risorsa naturale per il Maasai medio. Sebbene i Maasai siano pronti ad abbracciare la nuova educazione e conoscenza, i loro bisogni sono spesso ignorati dai governi della regione. Pochissime scuole e quasi nessun college esistono vicino ai villaggi Masai. Costretti a condurre uno stile di vita più sedentario nella modernità, i Maasai stanno trovando difficile adottare i nuovi stili di vita loro imposti. Diverse malattie infettive, tra cui il colera, la malaria, la tubercolosi, l'HIV, il tracoma e la malattia del sonno, stanno influenzando i Maasai a causa del consumo in corso di acqua contaminata, movimenti limitati verso terre più nuove e più sicure e una contemporanea mancanza di educazione, consapevolezza e accesso all'assistenza sanitaria.

1. Il Maasai di oggi

Oggi, ci sono circa un milione di persone Maasai che vivono nella regione della Great Rift Valley dell'Africa orientale in Tanzania e Kenya. I Maasai moderni, oltre a parlare la loro lingua madre di Maa, stanno anche imparando a parlare le lingue ufficiali del Kenya e della Tanzania, che sono lo swahili e l'inglese. Come accennato in precedenza, i Maasai del 21st Century affrontano minacce complesse alla loro sopravvivenza. Sono presi nel mezzo di una vasta ondata di cambiamenti, in cui lottano costantemente per far fronte alle varie avversità. Sono presi nel tiro alla fune tra le loro credenze tradizionali e le influenze occidentali. Attualmente, un certo numero di organizzazioni non governative stanno collaborando con i Maasai per dare loro una mano, aiutandoli a superare le avversità della vita moderna e progredendo verso una vita più stabile mantenendo la loro cultura.