I Più Grandi Gruppi Etnici In Brasile

Il Brasile è il quinto paese al mondo per superficie e popolazione ed è anche il più grande paese del Sud America e dell'America Latina. Il paese è delimitato dall'Oceano Atlantico e confina con tutti gli altri paesi dell'America del Sud, ad eccezione dell'Ecuador e del Cile. Il Brasile ha una popolazione approssimativa di oltre 200 milioni di persone con 84% della popolazione che vive nelle aree urbane. La popolazione è principalmente nelle parti del sud-est e del nord-est del paese. La popolazione del paese è composta da diversi gruppi etnici. I più grandi gruppi etnici in Brasile includono

Brancos (brasiliani bianchi)

I Brancos, comunemente chiamati White Brazilians, sono la maggioranza etnica del paese che forma il 47.73% della popolazione del paese. I brasiliani bianchi sono i cittadini del Brasile con discese europee. Portoghesi, italiani, spagnoli e tedeschi formano la più grande ascendenza per questo gruppo etnico. La maggior parte dei bianchi brasiliani si trovano in stati come Santa Catarina, Rio Grande de Sul, Paranà e San Paolo. I coloni europei, soprattutto i portoghesi, vennero durante l'era della colonizzazione, e la maggior parte erano di sesso maschile. I coloni maschi sono stati coinvolti in relazioni con donne e schiavi indigeni che hanno portato alla nascita di un nuovo gruppo etnico. Gli immigrati che sono venuti anche in Brasile dopo l'indipendenza hanno contribuito in modo significativo alla crescita dei bianchi brasiliani.

Pardo (combinazione di antenati europei, indigeni e africani)

Pardo, o Brown People, è una razza che combina nativi brasiliani, antenati europei e africani o antenati trirazziali. Il nome marrone o Pardo è usato principalmente per riferirsi alla gente di colore della pelle marrone nel paese. Il gruppo etnico Pardo forma il 43.13% della popolazione brasiliana. Mentre i brasiliani bianchi hanno ascendenza genomica europea 70%, i Pardos hanno ascendenza genomica europea 37.1%. Il gruppo etnico ha avuto la sua storia dal periodo coloniale quando i coloni europei vennero in Brasile. Il termine "Pardo" è stato utilizzato per la prima volta nel censimento del Brasile di 1872 ed è attualmente utilizzato per indicare persone come mulatti, cafuzos e cabrio.

Pretos (afro-brasiliani)

Afro-brasiliano è un termine usato per riferirsi ai brasiliani della stirpe africana. La parola "Preto" è usata per riferirsi alle persone con caratteristiche africane e colore della pelle eccezionali. Il Preto è uno dei gruppi etnici categorizzati per colore. Il Brasile era una delle principali destinazioni per gli schiavi africani tra 16th e 19th secolo che ricevevano circa quattro milioni di schiavi durante quel periodo. Il lavoro degli schiavi nel paese ha avuto un'influenza diretta sull'aspettativa di vita e sulla formazione della famiglia. La popolazione nera è cresciuta significativamente prima dell'abolizione del commercio di schiavi, specialmente lungo la parte costiera del Brasile. Attualmente, Pretos conta per 7.61% della popolazione con la maggioranza che vive a Salvador, e Bahia. La maggior parte dei Pretos sono cristiani, principalmente cattolici, anche se le pratiche religiose africane sono ancora comuni in questo gruppo etnico. La cucina africana rappresenta ancora una varietà di piatti. La cucina si sta lentamente evolvendo per includere un mix di piatti sia africani che portoghesi.

Conclusione

Anche i brasiliani sono classificati in base al colore della pelle. Alcuni dei gruppi etnici in base al colore della pelle includono il Pretos e Amarelos (brasiliano asiatico). I brasiliani indigeni, noti anche come Indigena, formano solo il 0.43% della popolazione.

I più grandi gruppi etnici in Brasile

GradoIBGE Designazione etnicaQuota della popolazione brasiliana nel censimento 2010
1Brancos (brasiliani bianchi)47.73%
2Pardo (combinazione di antenati europei, indigeni e africani)43.13%
3Pretos (afro-brasiliani)7.61%
4Amarelos (brasiliano asiatico)1.09%
5Indigena (brasiliano indigeno)0.43%