Qual È Il Dialetto Monegasco?

Il dialetto monegasco è un dialetto ligure parlato a Monaco. Il ligure è classificato come una lingua gallo-romana, il che significa che le sue radici sono nel nord Italia. Il ligure è ampiamente parlato in Liguria, che è una regione costiera dell'Italia nord-occidentale, anche nei maggiori centri urbani come Genova. Il dialetto monegasco ligure, tuttavia, è specifico di Monaco e scarsamente in alcune parti della zona costiera mediterranea della Francia. Anche se il francese è la lingua ufficiale di Monaco, il Monegasco viene anche definito "una lenga d'i nostri avi" o la lingua dei nostri antenati.

Cronologia

Questa lingua ha le sue radici in genovese, ma si è evoluta nel tempo in accordo con l'influenza delle lingue vicine. Mentre lo sviluppo del linguaggio era ancora nelle sue fasi iniziali, un dialetto apparve negli 1860 come risultato dell'estensione demografica che fu istigata dall'istituzione di Monte-Carlo. I nuovi venuti dalle valli di Nizza, Italia, Piemonte e Liguria hanno portato ciascuno il proprio dialetto. Uniti attorno alla lingua ancestrale di Monaco, con cui questi dialetti avevano molto in comune, ogni dialetto ha arricchito un linguaggio comune, che è diventato un vero e unico aspetto distintivo che unifica e identifica Monaco.

Conservazione

I nazionalisti di Monaco erano desiderosi di preservare la loro identità linguistica unica. Ciò ha portato all'istituzione del Comitato nazionale per le tradizioni monegasche in 1925. L'obiettivo principale di questa mossa era di iniziare la missione di mettere su carta un linguaggio che era allora solo strettamente orale, completamente privo di grammatica o letteratura.

Monégasque è stato minacciato di estinzione negli 1970. Tuttavia, ora la lingua è insegnata a scuola e non è più in pericolo. Nelle parti antiche di Monaco, i segnali stradali sono contrassegnati con Monégasque oltre al francese.

Famiglia di lingue

Formando una parte del continuum dialettale dei romanzi occidentali, Monégasque condivide molte caratteristiche con il dialetto genovese ligure. Tuttavia, ha ancora alcune differenze nette rispetto ai dialetti delle regioni limitrofe. È stato anche influenzato dal dialetto niçard, che è ancora parlato in alcune parti di Monaco. Il monegasco, insieme a tutte le lingue liguri, deriva direttamente dalle lingue dell'Italia settentrionale del Medioevo e ha una certa influenza sul vocabolario, la grammatica e la sintassi dal francese e le relative lingue gallo-romane.

Ortografia

L'ortografia monegasca segue generalmente i principi italiani, con le seguenti eccezioni:

  • il ü è pronunciato [ʏ], come in tedesco, o come il francese u.
  • il œ è pronunciato [e] come il francese é, e non come il francese œu come in bœuf, che è come œ è pronunciato in ligure, che usa anche il carattere ö per rappresentare questo suono.
  • il ç è pronunciato come nel francese ç [s]: tradiçiùn deriva dal latino traditionem, e non dalla tradizione italiana.

Conclusione

Il dialetto monegasco testimonia la dedizione dei nativi a mantenere in vita la loro lingua e il loro patrimonio. Il linguaggio era vulnerabile all'estinzione e con vari sforzi è riuscito a riprendersi. Nonostante solo 10,000 che dialoga attivamente nel dialetto, i locali di Monaco che comunicano nella lingua ne sono orgogliosi e gli sforzi continui per la sua conservazione e lo sviluppo assicurano che questa lingua continui a prosperare.