Cos'È La Zonazione Altitudinale In Ecologia?

Innanzitutto, la zonazione altitudinale si verifica nelle regioni collinari. Si riferisce alla stratificazione naturale di diversi ecosistemi che si verificano a quote diverse a causa di ambienti diversi a causa delle diverse altezze. Fattori come la temperatura, la composizione del suolo, l'umidità, la radiazione solare, l'altitudine, il tipo di rocce e la frequenza di disturbo (come il fuoco e i monsoni) sono responsabili della determinazione e del verificarsi delle zone. Le zone sono attrezzate per supportare diverse specie di vegetazione e animali. Alexander von Humboldt fu lo scienziato che per primo teorizzò il concetto di zonazione altitudinale dopo aver notato che la temperatura calava con l'aumentare dell'altezza. Fondamentalmente, le zone sono ecosistemi adatti a una particolare specie.

Fattori che influenzano la zonazione altitudinale

Temperatura

È risaputo che un aumento di altezza comporta una riduzione della temperatura. La maggior parte della vegetazione si basa sulla temperatura elevata per prosperare. Di conseguenza, le temperature variabili avranno un impatto diretto sul tempo che le piante possono coltivare. Le temperature troppo alte o le due basse supportano pochissime specie di piante. La maggior parte della vegetazione si trova nelle regioni tropicali. La maggior parte degli enormi alberi di conifere e latifoglie crescono lì. Le zone con condizioni simili avranno una vegetazione più grande e viceversa.

Umidità

L'umidità si riferisce alla quantità di acqua nell'atmosfera. Cose come i livelli di evapotraspirazione e precipitazione cadono qui. Le precipitazioni rappresentano la massima quantità di umidità nell'atmosfera. In quanto tale, la precipitazione è più importante nel determinare la zonazione. Mentre l'aria calda e umida sale sul fianco della montagna, raggiunge un'altezza dove condensa e forma precipitazioni come pioggia. Le parti centrali della montagna ricevono la più alta quantità di pioggia. Come tale, la maggior parte della flora e della fauna si trova lì al contrario di altre regioni. Le regioni più alte della montagna sperimentano temperature molto basse. La vegetazione trovata deve essere adattata alle temperature estreme. Lo stesso vale per le regioni più basse e più calde.

Composizione del suolo

Il tipo di terreno in una zona influenzerà ovviamente il tipo e la dimensione della vegetazione che vive lì. È anche risaputo che la maggior parte delle piante prospererà in zone con terreni più ricchi. I nutrienti provengono da minerali nelle rocce e da vegetazione o animali in decomposizione. Terreno fertile significa vita vegetale e animale più ricca. Ad esempio, le zone nelle aree tropicali hanno meno specie di piante a livello del terreno a causa di sottobosco e foglie morte.

Fattori biologici

Questo si riferisce al semplice darwinismo. Le specie più forti uccideranno quelle più deboli. I più deboli possono adattarsi o migrare. Esempio, l'adattamento degli alberi più deboli crescendo attorno ai tronchi di quelli più grandi. È fondamentale ricordare che questo fattore è difficile da dimostrare, ma gli accademici concordano sul fatto che è un fattore di zonazione.

Radiazione solare

La maggior parte delle piante fa affidamento sulla luce del sole per produrre cibo per la loro sopravvivenza. Differenti livelli di luce solare portano alla creazione di zone sulla montagna.

Massenerhebung Effect

Ciò significa che la posizione fisica della montagna deve essere presa in considerazione durante il tentativo di determinare la zonazione. L'effetto si aspetta che la zonazione sulle montagne più basse possa rispecchiare quelle delle montagne più alte con le cinture di zonazione che si verificano ad altezze ugualmente inferiori.